Chi lavora bene è premiato

Questo punto rappresenta una novità totale per FISAR. È nostra convinzione che il rapporto tra Consiglio Nazionale e Delegati debba diventare più sinergico. Intendiamo pertanto studiare degli incentivi, anche economici, da riconoscere alle delegazioni che raggiungeranno determinati obiettivi concordati congiuntamente. Gli obbiettivi saranno variabili, calcolati sulla base della storia, della dimensione e della posizione geografica della delegazione. Con questo sistema di incentivi intendiamo in parte stimolare l’attività dei Delegati, ma soprattutto creare con loro un rapporto sinergico volto alla comprensione e alla crescita comune.

Eccoci ad un altro punto nuovo ed importante: incentivi alle delegazioni. Premiare chi lavora bene deve essere uno stimolo per tutti, FISAR non può crescere se non crescono le singole delegazioni. Intendiamo introdurre un sistema di incentivi, legato ad obiettivi precisi, studiati insieme ai singoli Delegati e non imposti dal Consiglio Nazionale, diversi per ciascuna delegazione e non necessariamente correlati alla crescita numerica. Potranno essere individuati traguardi nell’incremento dei Soci, nella partecipazione della delegazione ad attività di volontariato sociale, nell’incremento del numero di corsi, nell’avvio di attività in territori oggi scoperti, nella produzione di materiale didattico o promozionale utile per FISAR, nella condivisione di strategie.

Intendiamo dunque creare con i Delegati un rapporto nuovo, chiedendogli quali obiettivi si pongono, pattuendone insieme alcuni e stabilendo quale contributo FISAR può dare al raggiungimento dell’obiettivo.

Il nostro di obiettivo è chiaro: vogliamo essere sinergici con le Delegazioni. Questa è la nostra idea di crescita per FISAR